È vero,
sorrido della tua gelosia,
sorrido del tuo orgoglio,
di te che non sai che sono roba tua.

Di te, che non sai
che quando chiudi le braccia
intorno al mio corpo,
apri le porte di un mondo di quiete
lontano dal mondo degli affanni
in cui siamo prigionieri
dei doveri e degli anni.

Rido di te, che non sai
che quando bacio la tua carne
per me è la comunione negata,
il tuo seno è redenzione.
È la pace con il Dio della tribolazione.
È la cattedrale della resurrezione,
il tuo corpo.

Nella navata di una chiesa lontana
giace la mia promessa eterna
svenduta e lacera come una puttana.

Ma dentro te,
nel mondo dell’anima
io sono in pace.

Marco Corradi

Annunci