Cerca

marcocorradiblog

Parole svestite rimangono a terra dietro i miei passi. Spogliano l’anima. Nuda si tuffa nelle verdi distese dentro i tuoi occhi. Annega.

Mese

dicembre 2016

Gocce

C’è qualcosa di umano
in questa indaffarata pioggia,
in queste mani che applaudono,
in queste gocce che rigano il vetro
e come vite,
come persone cadute per caso,
corrono,
s’incrociano,
si fondono,
e svaniscono.

Marco Corradi

Annunci

Nevica

Nevica,
fiocco su fiocco,
giorno su giorno.

Nevica,
è tutto un colore
senza contorno.

Nevica, e tutto questo bianco
senza alcuna alternativa,
tutto questo freddo
senza alcuna iniziativa,

è come quando tu non ci sei…

…ti aspetto come questi rami
il disgelo.

Marco Corradi

Qualcosa di te

C’è qualcosa di te
che non so spiegare.
Qualcosa che non c’entra
coi tuoi occhi,
nè coi miei.

Qualcosa che non si può vedere.

C’è qualcosa di te
che non so dire.
Ha a che fare con le strade
la pioggia e le stagioni,
ha a che fare con i passi,
il vento e gli acquiloni.

Qualcosa che si può sentire.

È quel qualcosa di te,
proprio qui dentro me,
che rimarrà per sempre.

Marco Corradi

Terminale

Sono un malato terminale
d’amore.
Ho i giorni contati
e tu lo sai.

Sai che te ne andrai
ed io ne morirò.

Indosserò la solita maschera
e mi trascinerò in questa mia agonia
che molti nomi avrà
mentre a me resterà il tuo,
appeso.

Sorriderò nel vederti ovunque
e canterò ai ricordi.

Saluterò il presente
come un amico lontano
che cerca di distrarmi,
imbarazzato,
da questa lenta morte
che diventa vita.

Marco Corradi

Brina

Cos’è questa malinconia,
questa tristezza?

È l’attesa di te.
Fa pesare i suoi minuti
come pietre nell’acqua.
Cerchi nel cuore.

È quel filo di nebbia leggera
che spegne i colori.
Si alza dalle tue spalle
quando ti allontani
a passi lenti sulla brina
lasciando impronte sull’anima,
che sbiadiranno,
solo al tuo ritorno.

Rimango a fissare la tua forma
dopo che sei passata.
Guardo la tua sagoma
tagliata nel cielo
che riluccica al sole
come calaverna.

Come se anche l’aria,
al par mio,
fosse incapace di riempirla,
la tua assenza.

Marco Corradi

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: